Tipi di Alberature

 

Quali sono i tipi di alberature possibili per disporre gli alberi.

 

tipi di alberature

Tipi di alberature da scegliere

Al fine di realizzare un progetto con piante ad alto fusto è necessario saper distinguere i vari tipi di alberature.

Esse sono:

. Filare

. Doppia filare

. Cortina

. Quinta

. Macchia

. Bosco

 

La Filare di alberi si crea progettando una piantagione in fila indiana, cioè ponendo uno di fianco all’altro esemplari della stessa specie.

Magari con forme sottili e allungate, come cipressi di layland. Formeranno una recinzione naturale.

Doppio Filare

Nel doppio filare gli alberi piantati si dispongono lungo un viale. In questo caso possiamo utilizzare piante di qualsiasi tipo.
Alberi a fronda larga, a ombrello, o altri ancora. Ci sono ad esempio esemplari di tiglio, pini marittimi, aceri, magnolie che potrebbero fare al caso nostro.

Cortina

Una variegata cortina di alberi di solito è formata da piante di varie dimensioni e tipologia. Le chiome e i fusti si mescolano e sovrappongono come la scenografia di un teatro. Va da sè che la cortina ha un andamento sfalzato e non rettilineo.

Quinta

La famosa quinta di alberi è formata da esemplari della stessa dimensione che grazie ad un fogliame molto fitto fa ottenere un risultato compatto e omogeneo, come pareti di verde. La quinta ha una funzione protettiva soprattutto per i venti, o per il sole.
Le specie per questo tipo di impianto possono variare in base alla zona. A nord si usano spesso lecci, lauri, cipressi o tassi.
Al centro e al sud invece si usano tamerici, lentischi, carrubi. Questi ultimi sono specie che non hanno un fogliame molto fitto, ma possono resistere a temperature molto aride, anche nei pressi di aree marine.

Macchia

La disposizione a macchia consiste in un certo numero di alberi impiantati in gruppo. Può essere realizzata con piante della stessa specie o di specie diversa, con vari modalità distintive tra forme e colore.

 

Bosco

Il bosco può essere creato su terreni di grandi estensioni da 600 / 700 mq. in poi. Si divide in 2 tipi:

. a copertura

. decorativo

Di solito si realizza un bosco di copertura per pendii o scarpate scoscese in cui il terreno è molto friabile e franoso, si usa di in questi casi la robinia, o pini marittimi. Si può usare il sistema a copertura per ricoprire zone rustiche ai limiti dei giardini.

La realizzazione a bosco decorativo si riferisce a un parco o un giardino molto grande, e segue le norme paesaggistiche del territorio di appartenenza.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.